5 cose da sapere prima di sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica

Sono sempre di più le persone che scelgono di sottoporsi a degli interventi di chirurgia estetica: questo settore della medicina ha compiuto passi da gigante nel corso degli ultimi tempi, sia in termini di sicurezza dell’operazione chirurgica che di qualità del risultato, di conseguenza non c’è alcun dubbio sul fatto che sottoporsi a un intervento eseguito da un professionista possa essere davvero un’ottima opportunità.

Anche tu stai pensando di far ricorso alla chirurgia estetica? Ecco 5 cose da sapere prima di compiere questo passo.

Chiediti perché vuoi ricorrere alla chirurgia estetica

Quali motivazioni ti spingono a far ricorso alla chirurgia estetica? Forse ciò può sembrarti poco rilevante, ma in realtà non lo è affatto: non a caso i migliori chirurghi sono soliti colloquiare con i loro pazienti prima di definire l’intervento ponendo loro, tra le altre, anche questa domanda.

In tutti i casi, l’obiettivo di interventi simili è quello di ottenere un miglioramento estetico, ma c’è da fare delle distinzioni.

È assolutamente legittimo volersi sottoporre a un intervento chirurgico per migliorare il proprio aspetto, dunque per sentirsi più a proprio agio o magari per eliminare un difetto che è causa di complessi o di malessere interiore, al contrario non si dovrebbe compiere questo passo per ragioni effimere, ad esempio, per somigliare a un vip o, ancor peggio, per accontentare un desiderio del proprio partner.

Sii consapevole del cambiamento a cui vai incontro

Un intervento di chirurgia estetica non è certo paragonabile ad una nuova acconciatura, oppure a un nuovo tipo di make up: sottoporsi a un intervento di questo tipo comporta un cambiamento profondo e soprattutto stabile, di conseguenza non dovresti mai sottoporti a un’operazione senza la necessaria consapevolezza.

Quest’aspetto, peraltro, è strettamente correlato a quanto detto in precedenza circa le motivazioni che ti spingono ad operarti.

Scegli con la massima attenzione il chirurgo

Selezionare con accortezza il chirurgo estetico è fondamentale, dunque prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per effettuare la tua scelta.

Il consiglio è di rivolgersi sempre a cliniche specializzate e con un’equipe medica qualificata, come SCEB, la clinica che da anni si occupa di chirurgia plastica e medicina estetica.

Inoltre, non avere alcuna remora nel richiedere di poter visionare alcune immagini riguardanti il portfolio di interventi analoghi, dunque le classiche foto del prima e del dopo che ritraggono i clienti che si sono già affidati.

Anche leggere recensioni può essere utile, ma è cosa nota che ciò che si legge in internet non corrisponde sempre alla verità. Da questo punto di vista, quindi, è molto meglio riuscire a comunicare personalmente con chi si è già sottoposto a un intervento di chirurgia estetica.

Metti da parte il desiderio di risparmiare

Voler risparmiare è legittimo, ma non quando si parla di chirurgia estetica, o comunque di medicina: nel mondo medico un intervento professionale deve necessariamente avere un costo in linea con il mercato, di conseguenza stai sempre alla larga dalle tariffe eccessivamente convenienti perché celano sicuramente delle gravi carenze e potrebbero riservarti delle sorprese pessime, se non perfino pericolose.

Informati, dunque, sui costi medi relativi al tipo di intervento a cui vuoi sottoporti.

Dovrai rispettare un periodo di degenza

Come detto in precedenza, sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica non è certo come regalarsi un trattamento benessere, di conseguenza una volta conclusa l’operazione il tuo organismo avrà bisogno di un periodo fisiologico per riprendere le normali attività.

Le fasi di recupero variano in relazione al tipo di operazione che viene eseguita, dunque prima di sottoporti all’intervento chiedi al medico in cosa consisterà la fase post-operazione e quale sarà la sua durata.

Il professionista saprà sicuramente essere preciso nell’indicarti dopo quanto potrai lasciare la clinica, dopo quanto potrai rientrare al lavoro o riprendere a fare sport e quant’altro riguardi il rientro alla normalità.

Ovviamente, dovrai rispettare in modo tassativo ciò che verrà disposto dal medico: non vale assolutamente la pena di esporsi a dei rischi per poter riprendere la quotidianità con anticipo.

Articoli correlati