Sguardo più giovane grazie alla blefaroplastica

Uno stile di vita stressante, la mancanza di sonno, il fumo, l’esposizione ai raggi solari o il semplice trascorrere del tempo, possono essere la causa delle fastidiose borse sotto gli occhi.

Palpebre gonfie e pesanti, occhiaie ed eccesso di tessuto adiposo rendono lo sguardo spento, affaticato e fanno apparire il volto più vecchio: in questi casi la blefaroplastica è l’intervento chirurgico consigliato per risolvere il problema.

La ricostruzione della palpebra è una delle procedure estetiche più richieste e diffuse in Italia; si tratta di un intervento semplice, si esegue in day hospital e con anestesia locale.

Eliminare la stanchezza dal volto con la blefaroplastica superiore e inferiore

La blefaroplastica può essere effettuata nella palpebra superiore o inferiore, incidendo entrambe le palpebre; la procedura si svolge in ambulatorio e dura poco più di un’ora, non occorre trascorrere la notte in ospedale o nella struttura, infatti, viene somministrato un anestetico locale per eliminare il dolore e il disagio durante l’intervento.

L’intervento consiste nel rimuovere il grasso in eccesso sia sopra che sotto l’occhio, e in alcuni casi anche il tessuto cutaneo. L’incisione viene eseguita con un bisturi lungo la piega naturale della palpebra, in modo da non lasciare segni o cicatrici dopo l’intervento.

Si può intervenire anche sul muscolo dell’occhio per rifilarlo, in caso di tessuti lassi o molli, sollevando bene il sopracciglio cadente; una volta rimosso tutto il tessuto adiposo e cutaneo, le incisioni vengono richiuse con dei punti di sutura sottopelle.

Con la blefaroplastica si riacquista subito uno sguardo giovane e fresco e si restituisce luminosità e fascino a tutto il viso eliminando una volta per tutte il gonfiore delle palpebre.

Se il chirurgo deve intervenire solamente con la blefaroplastica inferiore, può utilizzare la tecnica transcongiuntivale, rimuovendo il grasso in eccesso ma non il tessuto cutaneo: in questo caso si rimodella la palpebra senza eseguire delle vere e proprie incisioni, quindi senza dover mettere i punti di sutura.

Per chi ha solo un eccesso di grasso dunque, si tratta di una procedura ancora più semplice e veloce.

Blefaroplastica: post operatorio, tempi di recupero e risultati

Grazie alle moderne tecniche chirurgiche, l’intervento richiede un recupero post operatorio molto breve. Va considerato che gli occhi sono comunque una parte sensibile e delicata del nostro corpo, i tempi di guarigione, quindi, non vanno in alcun caso accelerati.

In caso di dolore o fastidio dopo l’operazione si può ricorrere ad un analgesico generico. Dopo 2 o 3 giorni dall’intervento, i punti di sutura vengono tolti; si possono riprendere le normali attività sociali e lavorative dopo 1 settimana/10 giorni dall’intervento.

Inoltre, la blefaroplastica interviene sulle palpebre in modo del tutto naturale, non va dunque confusa con un intervento di riduzione delle rughe. Lo sguardo e le linee del volto rimangono esattamente le stesse, viene eliminato solo il tessuto e il gonfiore in eccesso per riacquistare uno sguardo vivace e giovanile, mantenendo le palpebre morbide e piene al punto giusto.

La blefaroplastica è consigliata per persone di qualsiasi età, infatti, anche i più giovani possono soffrire di questo fastidioso inestetismo; nella maggior parte dei casi l’intervento è risolutivo e consente di eliminare borse e occhiaie sotto gli occhi praticamente per sempre, senza necessità di ritocchi.

Dopo le 2 settimane del post operatorio le cicatrici scompaiono e non resta traccia dell’intervento eseguito. L’intervento di blefaroplastica è sconsigliato a chi soffre di pressione dell’occhio alta, di glaucoma o in caso di particolari patologie oculari.

Per riacquistare fiducia in sé stessi e nel proprio sguardo è la soluzione più intelligente.

Articoli correlati