Varicocele - intervento varicocelectomia

Varicocele: intervento varicocelectomia

VARICOCELECTOMIA

Il varicocele è una dilatazione delle vene del plesso pampiniforme (le vene che circondano e drenano il testicolo), dovuto ad un’inversione del flusso venoso per incompetenza delle valvole delle vene interessate. L’evidenza clinica si apprezza quando l’individuo è in posizione eretta. Circa il 15% degli uomini è affetto da varicocele, in genere presente all’epoca della pubertà. La maggior parte dei casi riguarda il testicolo sinistro (85%), ma può colpire anche entrambi i lati (11%) o, talvolta, solo il lato destro (4%). Il varicocele dà raramente fastidio, tuttavia quando è cospicuo per dimensioni e durata può dare un senso di pesantezza o “dolore sordo”. Il significato clinico del varicocele è legato soprattutto alla maturazione degli spermatozoi in quanto, questa è l’ipotesi più accreditata, incrementando la temperatura del testicolo ne rallenta la formazione. Tuttavia, non tutti gli uomini che hanno un varicocele hanno uno spermiogramma alterato e non tutti i pazienti con spermiogramma alterato presentano un varicocele. Alcuni pazienti presentano un testicolo di dimensioni inferiori sul lato colpito. La qualità dello sperma può diminuire gradualmente con il passare del tempo

Il trattamento chirurgico è indicato nei seguenti casi:

  • quando la qualità del liquido seminale risulta alterata. Benché non sia garantito il miglioramento della qualità dello sperma, comunque da valutare dopo sei mesi dall’intervento, conviene eliminare una potenziale causa di infertilità;
  • dolore: sebbene relativamente raro, il tipo di dolore è, come già detto, molto caratteristico.
  • aspetti di natura estetica, in particolare nel caso di varicocele di grandi dimensioni;
  • assenza di crescita del testicolo colpito rispetto al testicolo controlaterale nel giovane adolescente.

INTERVENTO DI VARICOCELECTOMIA SUBINGUINALE MICROCHIRURGICA

L'intervento viene eseguito in anestesia locale con blanda sedazione e dimissione il giorno stesso dell’intervento.

Viene eseguita una incisione di circa 1,5 cm a livello inguinale basso, con tecnica microchirurgica vengono identificate le vene, sezionate e legate (con identificazione conservazione dei linfatici e vasi arteriosi)

La durata dell’intervento è generalmente inferiore ai 20 minuti. I punti di sutura sono riassorbibili in circa 15-20 giorni.

Dopo la dimissione può essere ripresa una attività normale senza sforzi fisici per circa una settimana. L’attività sportiva potrà essere ripresa dopo circa 1 mese dall’intervento. La complicanza più frequente comune a tutte le tecniche di trattamento del varicocele è la recidiva. La percentuale di persistenza di varicocele dopo intervento varia a seconda della tecnica adottata. Nella legatura subinguinale microchirurgica tale percentuale è ridotta al minimo (< 5%)

RICHIEDI LA TUA CONSULENZA GRATUITA
Senza alcun impegno, contattaci per parlare del tuo caso specifico.

    RICHIAMAMI
    Inserisci il numero per essere ricontattato

      Inserendo il numero telefonico autorizzi al trattamento dei datiinseriti. Privacy

      Num. Verde
      Contatti
      WhatsApp